BOTANICA MAGICA – PAGINE 135 FORMATO TASCABILE

23,90

Le erbe magiche Fitologia occulta

La magia delle erbe, chiamata popolarmente Magia Verde, è sicuramente, insieme a quella imitativa, il caposaldo di tutta la pratica magica. Ogni pianta ha tradizionalmente un suo carattere, una sua vibrazione, un suo messaggio e, naturalmente, un suo potere esoterico. Senza le piante non esisterebbe la magia, infatti sono pochissime le pratiche che si eseguono senza una componente vegetale. Il panorama botanico esoterico è molto vasto, eterogeneo e la sua fitologica occulta piutto­sto complessa. In questo testo imparerete a conoscere le più importanti piante magiche, le loro proprietà attribuite dalla tradizione, i loro segreti e le formule per comporre polveri, bagni, defumazioni, tinture…

La maggior parte degli autori si sono prodigati in una classificazione magica dei vegetali in base alla natura pla­ne­taria degli stessi, noi abbiamo voluto andare oltre. Ogni pianta è accompagnata dal nome botanico, dal nome popolare, dal pianeta che la regge, dall’Orixà della tradizione afrobrasiliana a cui è dedicata e con il quale lavora ed inoltre è segnalato il giorno, o i giorni, in cui il suo potere si esplica meglio. Alcune piante sono appannaggio di più Orixàs e lavora­no con più Santi, questo perché un vegetale agisce in maniera diversa a seconda dell’uso che se ne intenda fare. Ogùm e Oxosse si scambiano spesso e volentieri le piante, sono considerati amici; non così Ogùm con Xangò. Obbà non lavorerà mai con piante di Oxùm, ma con quelle di Xangò, Iemanjà ed Oxalà sì. Le leggende sugli Orixàs diventano come sempre esplicative sull’uso di alcune piante e così avviene che certi vegetali siano il sim­bolo di un evento mitico ben preciso. Ecco dunque che la spada di san Giorgio (Sanseveria) è stata associata ad Ogùm e si utilizza per combat­tere i nemici ed eliminare il male; il peperoncino piccante ben sintetizza l’azione disturbante e riscaldante di Exù e viene pertano usato nei suoi rituali, ma nel contempo viene spiegata la sua natura marziale e come può essere utilizzato anche nella magia simpatica.

Descrizione

Le erbe magiche Fitologia occulta

La magia delle erbe, chiamata popolarmente Magia Verde, è sicuramente, insieme a quella imitativa, il caposaldo di tutta la pratica magica. Ogni pianta ha tradizionalmente un suo carattere, una sua vibrazione, un suo messaggio e, naturalmente, un suo potere esoterico. Senza le piante non esisterebbe la magia, infatti sono pochissime le pratiche che si eseguono senza una componente vegetale. Il panorama botanico esoterico è molto vasto, eterogeneo e la sua fitologica occulta piutto­sto complessa. In questo testo imparerete a conoscere le più importanti piante magiche, le loro proprietà attribuite dalla tradizione, i loro segreti e le formule per comporre polveri, bagni, defumazioni, tinture…

La maggior parte degli autori si sono prodigati in una classificazione magica dei vegetali in base alla natura pla­ne­taria degli stessi, noi abbiamo voluto andare oltre. Ogni pianta è accompagnata dal nome botanico, dal nome popolare, dal pianeta che la regge, dall’Orixà della tradizione afrobrasiliana a cui è dedicata e con il quale lavora ed inoltre è segnalato il giorno, o i giorni, in cui il suo potere si esplica meglio. Alcune piante sono appannaggio di più Orixàs e lavora­no con più Santi, questo perché un vegetale agisce in maniera diversa a seconda dell’uso che se ne intenda fare. Ogùm e Oxosse si scambiano spesso e volentieri le piante, sono considerati amici; non così Ogùm con Xangò. Obbà non lavorerà mai con piante di Oxùm, ma con quelle di Xangò, Iemanjà ed Oxalà sì. Le leggende sugli Orixàs diventano come sempre esplicative sull’uso di alcune piante e così avviene che certi vegetali siano il sim­bolo di un evento mitico ben preciso. Ecco dunque che la spada di san Giorgio (Sanseveria) è stata associata ad Ogùm e si utilizza per combat­tere i nemici ed eliminare il male; il peperoncino piccante ben sintetizza l’azione disturbante e riscaldante di Exù e viene pertano usato nei suoi rituali, ma nel contempo viene spiegata la sua natura marziale e come può essere utilizzato anche nella magia simpatica.

PAGINE 135

Ulteriori informazioni

Stampa:bianco e nero con copertina a coloriRilegatura:BrossuraNumero di pagine:137 Formato:A5 (TASCABILE)

Informazioni aggiuntive

Peso 2 kg